I video-tutorial creativi ovvero: quando lavori da casa ma ci sono i piccoli in casa

 

Tra le novità di settembre c'è il sito bello nuovo, nato anche attraverso lo sguardo lungo ed ampi orizzonti di Gioia Gottini e il suo programma di Re-visione.

E', appunto, utile per avere diversi visioni, per chiarire i punti oscuri e fare ordine quando non sai da dove cominciare.

Io qualche idea ce l'avevo, come quella di diventare Associazione e così è stato, guarda che buffo, ipotizzato anche da Gioia e intanto l'Associazione si era già costituita.

Per essere Associazione ci vogliono più persone, più teste e di conseguenza idee diverse. 

Mi piace immaginare che l'Associazione è un parco dove c'è anche l'albero di Mondobaobab, quello legato alla creatività africaneggiante.

Attraverso l'Associazione ci saranno momenti di incontro tra diverse culture, etniche e locali ma anche europee che convivono nel nostro territorio, nella Grande Città e la sua regione.

Faremo incontri, workshop e molte attività che stiamo progettando e poi... anche cibo, caffè Touba senegalese, piatti nordici insieme ai taralli pugliesi.

 

Ma Gioia, oltre a mettere chiarezza, mi ha sorpreso con il propormi di fare dei video tutorial creativi, da mettere a disposizione per chi visita il sito.

Dei video io che a malapena mi faccio fotografare?

Durissimo...

Invece l'idea alla fine è salpata e i primi 15 giorni di agosto, nel buen ritiro ligure sotto l'A14 ho chiuso bene bene tutte le finestre in pieno agosto per evitare i rumori dei Tir sopra di me e mi sono preparata a fare un video.

 

Senza considerare che c'erano anche LORO, i bambini, che schiamazzavano con i bambini dei vicini.

Si sentivano nonostante le finestre chiuse con i doppi vetri.

 

Che fai? urli o aspetti che riaprano le scuole?

Non puoi perchè manca più di un mese.

Urlare, ho urlato comunque, male non fa. Almeno ci si sfoga.

Ma tempo dieci minuti di silenzio e tutto è tornato come prima.

Allora ho pensato che visto che il video, in questo caso, poteva essere fatto anche per loro, allora tanto valeva di farlo con loro.

E ho chiamato Bambina Piccola.

Che figurarsi se non ha accettato.

Con tutta la televisione che ha visto tra Dottoressa Pelouche e Dora l'esploratrice che ti parla e ti fa le domande dallo schermo e lei risponde sicura, chiaramente non poteva chiedere altro.

E così dopo la mia presentazione seria è arrivata lei, Bambina Piccola, più seria di me e convintissima a raccontare come fare il tessuto.

Questo è il primo risultato, non proprio il massimo ma siamo contente, diretto e fluente abbastanza.

Divertente anche.

 

Ho deciso di caricarli sul canale you tube una volta al mese, iniziando dal 7 settembre, un giorno importante per Adulta Madre: è il giorno di nascita di Bambino Grande, il primo grande cambiamento di vita come per tutte le mamme con il primo figlio. E il sette è un numero che si ricorda.

Quindi il prossimo video sarà il 7 ottobre.

 

Che ne dici?

Aspetto i tuoi commenti e intanto se vuoi vedere la pagina dell'Associazione e seguirla proprio dagli inizi ci trovi qui!

 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Cristina Sebastiani (martedì, 20 settembre 2016 11:23)

    Brava Paola e brava Aida!
    decisamente utili questi tutorial, mi sa che ci accompagneranno ottimamente per tutto l'inverno!
    una domanda: che colori hai usato?
    e mi sapresti dare un'idea di come utilizzare, con un maschietto cinquenne scatenato, il tessuto tinto?
    Grazie! e davvero complimenti, siete perfette!

  • #2

    pao (martedì, 20 settembre 2016 12:45)

    ciao Cristina!
    grazie del commento e dei complimenti, riferirò all'aiutante! mi fa piacere!
    in attesa di caricare il video su come fare i colori, ti suggerisco i colori DEKA per batik, che trovi dal colorificio o negozi Belle Arti, sono i migliori se non puoi avere quelli dall'Africa super. Poi con il tessuto tinto, anche qui, in attesa di post su cosa ci faremo, la cosa più facile per cucitrici basic è rivestire un cuscino della dimensione che vi piace. (All'ikea ce ne sono di belli da rivestire). Io ci applico delle toppe delle forme che a loro piacciono.