Piccoli italiani crescono in viaggio

Premessa: questo post è di repertorio del 2013, poichè siamo in viaggio in questo momento in Senegal!

------

 

Del mese passato in Senegal Adulta Madre ricorderà con molta nostalgia i paesaggi verso sera, con i cieli sterminati e le nuvole che tingevano le strade di un azzurro indefinito, tanto belle da non sembrar vero, mangiando fattaye fritte agli angoli delle vie.

Con un pieno di immagini per passar più serenamente questo lungo inverno futuro.

 

Ma ricorderà anche le infinite cacche molli di Bambina Piccola.

Di giorno ma anche di notte.

Circa 5 al giorno per il caldo, hanno detto.

Improvvise, che si sentiva quel solito odorino oramai famigliare anche nelle mani.

E pulirsi con i secchi. Senza acqua corrente.

Carta igienica? poca o niente.

Pannolini Lilas a 3000 sefa (5 euro) al pacco.

Un pacco di pannolini pacco. Che non tengono niente, esce tutto, specie se molliccio e caldo.

Con aggiunta di eritemi vari e il terrore di lasciarla senza pannolino appena sveglia.

Un secondo è l'ha fatta per terra. Ovunque.

Adulta Madre ancora rimbambita nel sonno e già a pulire cacca alle 8 del mattino con avanzi di carta.

Imprecando in italiano.

Sognando i pannolini della Lidlt.

 

Bambino Grande.

Senza problemi di pannolini ma in astinenza graduale da cibo italiano.

 

Primi giorni in Senegal:

Bambino Grande:"C'è' sempre riso, basta mangiare riso!"

Adulta Madre: "Ma come, se ti piaceva tanto. C'è anche della carne con il riso"

Bambino Grande: "Si ma è tutta ossa! Voglio l'hamburger!!"

Adulta Madre, dopo giorni, cede al martello pneumatico e trova un posto dove fanno hamburger.

Bambino Grande: "Si ma c'è la cipolla. Non mi piace la cipolla!"

Adulta Madre alla Madame del posto: "Madame s'il vous plait SANS ONIONS pour favor"

L'hamburger torna.

Bambino Grande:" Si ma è PICCANTE! e c'è la maionese! e c'è il ketchup!!"

Adulta Madre: "In Senegal si mangia così. Punto e basta. Togli quello che non ti piace"

Bambino Grande passa il resto del tempo a vivisezionare il piatto mangiando solo briciole.

 

Ultimi giorni in Senegal:

Bambino Grande si è adattato a mangiare baguette al mattino con un surrogato al cioccolato simil Nutella insieme al latte in polvere e svariati biscotti che trova in giro.

Ogni tanto, se Adulta Madre trova cucine a disposizione, cucina per lui pasta in bianco senza sale.

Al mattino, tutte le mattine, sveglia Adulta Madre così:

"Stanotte ho sognato l'hamburger al prosciutto * del Mac Donald e le patatine fritte!

Quanti giorni mancano per tornare in Italia?"

 

Bambino Grande è la dimostrazione che la cultura si apprende.

Italiani non si nasce ma si diventa.

 

*(di tacchino, off course)

Scrivi commento

Commenti: 0