In Senegal chez le Marabut

 

Premessa: questo post è di repertorio del 2013 perchè in questo momento siamo in viaggio in Senegal!

-----

 

Durante il Ramadan, tutta la famiglia in visita in Senegal al gran completo, tra i soliti alti e bassi, è approdata a Touba, la città santa dei Murid, la beneamata confraternita di Adulto Padre per la quale tutto viene dopo, tutto è meno importante di lei.

Touba ha 4 milioni di abitanti all’inizio del deserto del Sahel, una temperatura tra i 35 e i 40 gradi all’ombra, non ha quasi mai acqua corrente e vanta una popolazione di mosche rapporto per abitante 10 a 1, ovvero 10 mosche per un essere umano.

Senza dimenticare le zanzare, che sono però molto meno delle mosche.

Ospiti della Grande Nonna, Madre di Adulto Padre, la Famiglia va in visita alla casa del Marabut, uno dei molti che vivono a Touba.

La casa è un vero e proprio piccolo villaggio, composto da alcune palazzine di 2 piani dove vivono le diverse mogli e i membri della famiglia.

Nel mezzo, diversi cortili di terra battuta dove durante il Ramadan i pellegrini e i seguaci si radunano a passare le giornate tra canti e gran mangiate. Chez Le Marabout si mangia bene, non c’è che dire.

Verso il tramonto si organizzano ogni giorno due pulmini stipati di persone fin sul tetto che organizzano una special delivery per la cena del Grande Marabut, il più importante, in digiuno per il Mese Santo.

Con pure l’onore di seguire la consegna a bordo di un grande fuoristrada strombazzante al calar della sera, in un cielo decorato con nuvole di acquarello.

Il top secondo i parametri dei fedeli.

Che volere di più?

Scrivi commento

Commenti: 0