Povera te che sei mamma e stai con immigrato che lavora precario

 

Il titolo, volutamente provocatorio, vuole essere una parodia di un altro trovato settimana scorsa durante il  cazzeggio di Adulta Madre su facebook, che cerca di limitare ma ogni tanto ci cade, ci cade.

Normalmente evita di commentare ma questo era una tentazione troppo forte e si intitolava "Beata te che sei una mamma che non lavora" e raccontava con dovizia di particolari la fatica di non lavorare e occuparsi di casa, figli, marito ai quali doveva, come minimo, se non la perfezione, la quasi perfezione: nella cena, nel riordinare la casa, nel seguire i figli nei compiti e così via.

Loro, casalinghe, che si trovano all'estero per il lavoro (ben salariato) dei mariti. 

Beate expat , beate sì ma anche loro si stancano e non sono comprese.

Tra hobby repressi, mancanza di tempo per la palestra e poca gratificazione degli altri che , tanto dicono, tu non lavori.

Intendiamoci, il post non era auto glorificante o in vena di facili pietismi, no no.

Era ben scritto, per carità, cercava solo comprensione dai mariti che davano tutto per scontato o dai famigliari che, come al solito, hanno la critica facile.

 

Ma definiva le altre, quelle che lavorano e si fanno il mazzo pure a casa come (citazione con la s minuscola): "le sante".

E quindi, qui, non poteva non scappare il commento.

Se santa sono, santa intervengo e mi aggiungo la maiuscola: Santa.

Peccato che il paradiso può attendere.

Lavoro io, marito nel  mio caso expat ma non di lusso in quanto di origine africana e nonostante il via vai tra Africa e Italia il lavoro fisso non ce l'ha ed è assolutamente precario.

Perchè expat è anche lui, se visto dai suoi compaesani, anche lui è un expat che vive bene, al caldo anche se non del sole ma dei termosifoni.

Se visto dai nostri compaesani è solo un altro immigrato tra i tanti che scendono dai barconi.

Santa io che nello specifico:

Mantengo come equilibrista due figli, un lavoro part time e tante collaborazioni.

Hobby? Le mie collaborazioni sono un hobby, in quanto mi piacciono.

Palestra? Corro al parco quando ne ho voglia oppure tanta bicicletta per scorrazzare tra scuola e lavoro.

Attività extra per i figli? Una a testa e ben calibrata.

Aiuto in casa? Non ce l'ho, faccio quasi tutto io e mio marito aiuta nei momenti clou a sua discrezione.

Viaggi? In capeggio o ospiti da amici, e ne abbiamo tanti, oooh se ne abbiamo quando viaggiamo!

Baby sitter? Per fortuna qualche pomeriggio posso ancora contare sui nonni. Se no la baby sitter è la spesa prossima futura.

Nonostante questo se potessi scegliere ( e non posso scegliere) sceglierei di lavorare.

Cosa mi aiuta? dico tanti no, non posso far tutto, silenzio la chat della scuola dei figli per sempre, non compro giochi elettronici, due televisioni in casa e un tablet sono già abbastanza.

E, guarda un pò, con i miei miseri risparmi, ho pure deciso di investire in un nuovo progetto lavorativo.

Santa o kamikaze?

Sicuramente vite molto diverse.

Che poi ironia amara, alcuni kamikaze morendo credono di diventare santi....

 

E questo per dire che è vero che una la vita se la sceglie a sua immagine e somiglianza ma ne ho viste tante, tante alla soglia dei trent'anni mollare alternativismi, vita favoleggiante e lavori precari per virare verso un uomo di alto profilo e per alto non si intende di altezza ma di possibilità economica.

Ancora, nonostante fossero gli anni duemila.

E, senza critica alcuna ma con un fondo di realtà, non è che il ragionamento l'ha fatto anche la moglie dell'expat?

 

Dunque Santa Adulta Madre dalla Grande Città ti saluta e ti ricorda che ogni commento fa piacere e che siamo anche su questa pagina facebook  e su instagram e domenica 29, se sei a Milano, non puoi non perderti questo workshop di Batik tra le Stelle,

per chiedere alle stelle chessò... se anche tu troverai il tuo expat di successo o rimarrai sola e immigrata.

No, a parte gli scherzi, il workshop vale  e la lettura astrologica è assolutamente personalizzata.

 

E, per tutti, se ti sei perso la newsletter con cosa bolle in pentola Mondobaobab, magari ti può interessare e recupera la lettura qui!

Amen

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    cristina (giovedì, 26 gennaio 2017 07:33)