Quali strade per i bambini misti?

Quando la generazione di Adulta Madre era piccola

ci era stato fatto credere

che potevamo scegliere la strada

che volevamo

che tutto era possibile

che tutti eravamo uguali

negli anni d'oro dei punti Mulino Bianco

e settimane bianche per tutti

 

e invece ti sei accorta

che qualcuno nasce in una

strada locale piena di curve

che deve stare attento ad ogni angolo

deve guidare piano,

tra le seconda  e la terza

la quarta non riesce a metterla mai

perchè la strada è stretta

come la Serravalle Scrivia verso Genova 

neanche sull'autostrada 

ma sulla provinciale

e la sua macchina è un' utilitaria

che, pure se nuova e comprata a rate,

a 130 km all'ora trema tutta

e sulla locale non ci puoi andare

 

una fatica

che sembra non finire mai

 

c'è chi invece è nato

in un' autostrada a 4 corsie

la Milano - Brescia

il raccordo nuovo

quello dove non c'è mai traffico neanche nella settimana

e se c'è traffico

non c'è problema

perchè la sua macchina è potente

e supera tutti

ha tutti i confort del motore a iniezione

e le salite e le curve ci sono sì

ma con 4 corsie è un gioco da ragazzi tagliarle a zig zag

 

Adulta Madre probabilmente

è nata in una strada provinciale

- anche se le hanno fatto credere che era una 4 corsie -

invece no

 

forse era la via Emilia

 

quella a nord, mica quella poetica e canterina intorno a Bologna, 

la via Emilia

che passa lì vicino

tutta dritta in pianura,

ma pur sempre piena di semafori e paesotti che spuntano in ogni angolo

mica puoi andare tanto veloce in una provinciale

cosa pensi di fare?

torna nella Banlieue

e tieniti la tua macchina usata per 10 anni

 

 

Ai figli di Adulta Madre

e ai figli nati tra due mondi come loro

bisogna dire che strada si trovano oggi

così crescono preparati

così si pianificano le sorprese

 

la vostra strada è una strada dritta

poche curve

perchè fatta dove c'è tanto spazio

dove l'orizzonte è largo e si vede la curvatura del mondo

ma è una white road

una strada polverosa,

è una strada come quella che taglia tanti paesi in Africa

la Paris- Dakar quando arrivi in Mauritania

dove vedi l'orizzonte

ma non puoi andare troppo veloce

perchè dissestata

ci sono buche quando meno te l'aspetti

 

Gli auguro un fuoristrada

la Defender dei miei sogni

-anche usata, magari a GPL se esisterà-

per correre attrezzati

e non saltare troppo ad ogni buca

sapendo cosa fare se c'è una ruota da cambiare

 

ma con coraggio

almeno il panorama sarà bello

e il sole alto

tra savana e bush basso

da sud verso nord

o

-magari-

viceversa

 

vuoi mettere con la via Emilia?

Poi, se siete fortunati e tanto determinati

la strada la cambierete

in meglio magari

verso una più asfaltata

 

ma almeno

vi sarà stato utile sapere

quale strada avete percorso

Scrivi commento

Commenti: 0