Natale tri-culturale giù da noi

Il Natale e l'inverno non è mai stato uno dei miei momenti preferiti come amo ripetere.

Ma l'inverno ha il suo fascino per me per il paesaggio gelato al mattino quando porto i bimbi a scuola e il giardino davanti a casa è un pannello di bianco coperto di brina e apprezzo la Banlieue, questa volta sì, meglio dei fumi delle macchine e dei marciapiedi cittadini di Grande Città.

Lo apprezzo anche grazie a Bambina Piccola, soprannominata anche la Regina delle Feste.

Dove c'è festa c'è Bambina Piccola, manco fosse il Campari con George Clooney nei momenti d'oro.

L'anno scorso che eravamo qui al calduccio non abbiamo festeggiato molto e lei ce l'ha più volte fatto notare.

Quest'anno abbiamo rimediato e abbiamo fatto le decorazioni, il calendario dell'avvento Ikea riciclato da anni con cioccolatini nuovi, abbiamo fatto svernare dalla cantina il Babbo Natale made in Finland original dono dei nostri amici e l'abbiamo messo sul balcone sperando che non ce lo rubino (siamo a piano terra, ci hanno rubato di tutto, hanno visto persone con nostre biciclette da bambini correre sui marciapiedi oltre che svariate giacche e cose messe a cambiare aria).

Abbiamo comprato pure l'albero finto altro 1 metro e 50 cm scontato on line che ci è arrivato in tempi record.

E festeggeremo il Natale con regali, biglietti di Babbo Natale scritti a corsivo su carta rossa e arrivati sempre on line con il fido corriere.

Lo festeggeremo certamente in maniera laica anche se non sono mancati i cori gospel in chiesa organizzati dalla Scuola Primaria che hanno visto Bambina Piccola con un microfono tutto per lei davanti alle navate centrali piene di gente che neanche il Papa in Sud America.

 

Quest'anno è un bell'inrocio di classicismo on line versione mista, non c'è che dire.

 

Per ognuno il suo significato.

Per Adulta Madre è il solstizio d'inverno e le giornate che dal 21 dicembre (oggi!) in poi inizieranno ad allungarsi e, soprattutto, due settimane di meno lavoro. Con un elenco di cose da fare in casa in mille lavatrici ma anche mostre da vedere insieme ai figli, amici da andare a trovare, cene e pranzi con orari rilassati, colazioni alle 10 del mattino.

Per Adulto Padre basta che si festeggi, non per niente la sua confraternita è famosa per i Magal (Omaggio, giubilo di festa e culto ) che durano giorni e giorni e giorni.

Per Bambino Grande sono (ma va???) i regali! Ma quest'anno avrà una sorpresa: saranno molti libri! Niente di tecnologico o cellularesco, già ci passa un bel pò di tempo, quindi si va di fumetti o libri per crescere Black Proud! Come questo sulle emozioni in chiave fumetto e questo su Martin Luther King, è tempo che lo conosca...

Se sei in cerca di libri motivanti per il tuo bambino o adolescente un buon gruppo su facebook dove trovare risorse è questo delle famiglie afro italiane.

Per Bambina Piccola è tutta l'atmosfera stile panettone Bauli che le piace e poi, doppio festeggiamento perchè subito dopo c'è pure il suo compleanno.

 

E' il momento dei ringraziamenti ma non a cavolo ma soprattutto tanta gratitudine fatta in privato, a voce e non esibita on line, verso quelle persone che, non mi aspettavo, mi hanno aiutato con i bambini, mi hanno sorpreso con pensieri appunto inaspettati.

L'insapettato è quello che mi piace di più.

 

E poi si rinizia, ogni anno è un ciclo che ti sembra di fare sempre le stesse cose ma invece è un ciclo che compi, che passi e che evolvi.

Tra le scoperte di questo 2017 c'è lei, Ilaria Ruggeri, creativa e intuitiva, può aiutare a capire molte cose di te stessa/o, di perchè le fai e per come. Puoi partire dalla parola dell'anno. Che cosa è?

Leggi qui.

Io la mia l'ho già trovata...

 

Se vuoi continuare a seguirci abbiamo tante foto anche qui su instagram e qui, sul solito vecchio facebook.

Un abbraccio, con l'augurio che siano feste dove almeno un pò ti puoi fermare a guardarti intorno, perchè se negli occhi è difficile almeno intorno ce la si può fare, no?

 

Scrivi commento

Commenti: 0